Buon Compleanno Ale

Oggi è il compleanno di mia figlia, compie 8 anni. Le ho finalmente regalato il suo blog. E quello che segue è il mio biglietto ed il mio primo post x lei! 

Questo blog è il mio regalo per il tuo ottavo compleanno. Spero che lo userai quando e se ne avrai voglia.

Potrà essere il tuo quaderno per gli appunti, il tuo diario segreto, il tuo confidente o il modo per raggiungere chiunque ci sia a leggere le tue parole. Io saró lì a vegliare su di te come faccio ormai da 8 pienissimi anni (e chi ci conosce lo sa bene!) e sapró guidarti, a volte spingerti, altre accompagnarti nelle tue avventure e, spesso, il mio ruolo sarà anche quello di frenarti ma non importa, tutto ció che sarà qui dentro sarà VITA e spero sia ancora lunghissima la strada che avremo da percorrere insieme! 

Ti amo piccola Principessa Alexia, protagonista della favola che ti raccontavo per la buonanotte così perfetta, buona, saggia, educata simpatica e quasi noiosa e Principessa Alessia protagonista indiscussa della tua vita, molto più disordinata, vulnerabile, sfacciata, impertinente e schietta. Ed è così che io ti amo.

Spero che nel corso di questo viaggio che inizieremo insieme e che, poi, proseguirai, per forza di cose, da sola tu possa diventare un equilibrio perfetto tra queste due principesse e riscoprirti una Donna che avrà fatto sì tanti sbagli, mille capitomboli, ma che attraverso la strada tortuosa della vita non avrà vissuto di rimpianti! 

Questo, se vorrai, sarà il diario di viaggio della tua vita unica ed irripetibile! 

Ricordalo sempre Amore… UNICA ED IRRIPETIBILE!
❤️

Con tutto il mio Amore

Mamma

Le stagioni della Vita

Un uomo aveva 4 figli. Voleva imparassero a non giudicare le cose troppo velocemente.
Così li mandò uno alla volta a osservare un albero molto distante da casa….
Il piu’ grande andò in inverno, il secondo in primavera, il terzo in in estate … il più giovane in autunno…
Quando tutti furono tornati chiese loro cosa avevano visto. Il grande disse che l’albero era brutto, spoglio e ricurvo.
…Il secondo disse che era pieno di gemme e promesse di vita…
Il terzo non era d’accordo; L’albero era pieno di fiori…profumato e bellissimo…era la cosa più bella che avesse mai visto.
Il più piccolo aveva un’opionione ancora diversa…l’albero era carico di frutti e pieno di vita e realizzazione.. L’uomo spiegò ai suoi figli che tutti avevano ragione, infatti avevano osservato solo una stagione della vita dell’albero.
Disse loro di non giudicare un albero o una persona solo in una stagione..e che l’essenza di ciò che una persona è.. la gioia, l’amore, la realizzazione che viene dalla vita possono essere misurate solo alla fine quando tutte le stagioni sono complete.
Se ti arrendi quando è inverno..perderai la speranza che regala la primavera..la bellezza della tua estate..la realizzazione del tuo autunno!!!
Morale: Non lasciare che il dolore di una stagione distrugga la gioia di ciò che verrà dopo. Non giudicare la tua vita in una stagione difficile. Persevera nelle difficoltà..il meglio deve ancora venire!!!

Incrociamo le dita

“L’incubo forse sta x finire… proposta ricevuta,transazione inviata.
In attesa di sapere di che morte morire… Preghiamo.
Ascoltaci o Signore…”

…Qualche giorno dopo…

“Niente…. il Signore era a fare una pennichella!”

Pillole di Saggezza

Non cercare di essere sempre perfetto, perchè ti do una buona notizia, nessuno lo è.
Sii semplicemente un buon esempio per chi ti sta intorno.
Ama le cose che fai e sii felice.

Stephen Littleword

LE LENZUOLA SPORCHE

Una giovane coppia di sposi novelli andó ad abitare in una zona molto tranquilla della città. Una mattina, mentre bevevano il caffé, la moglie si accorse, guardando attraverso la finestra, che una vicina stendeva il bucato sullo stendibiancheria. Guarda che sporche le lenzuola di quella vicina! Forse ha bisogno di un altro tipo di detersivo… Magari un giorno le farò vedere come si lavano le lenzuola! Il marito guardò e rimase zitto. La stessa scena e lo stesso commento si ripeterono varie volte, mentre la vicina stendeva il suo bucato al sole e al vento. Dopo un mese, la donna si meravigliò nel vedere che la vicina stendeva le sue lenzuola pulitissime, e disse al marito: Guarda, la nostra vicina ha imparato a fare il bucato! Chi le avrà fatto vedere come si fa? Il marito le rispose: Nessuno le ha fatto vedere; semplicemente questa mattina, io mi sono alzato più presto e, mentre tu ti truccavi, ho pulito i vetri della nostra finestra ! Così è nella vita! Tutto dipende dalla pulizia della finestra attraverso cui osserviamo i fatti. Prima di criticare, probabilmente sarà necessario osservare se abbiamo pulito a fondo il nostro cuore per poter vedere meglio. Allora vedremo più nitidamente la pulizia del cuore del vicino….

L’anno che verrà

Ogni vita ha una storia da raccontare.
Ogni anno,tutti i 365 giorni che lo compongono,sono frammenti della tua vita.
Ogni anno,come ogni vita è una storia.
Ti auguro di scrivere il tuo libro.
Ti auguro di trovare il tempo per viverlo pienamente.
Ti auguro di conoscere tutto quello che ti fa felice ma anche quello che ti intristisce così ogni volta che arriveranno le nuvole ti ricorderai del sole ed ogni volta che ci sarà il sole potrai capirne la sua importanza dopo aver camminato nella pioggia.
Ti auguro di incontrare persone che ti facciano sorridere il cuore e persone che con la loro vita possano insegnarti quello che non sai.
Ti auguro di percorrere distese erbose ma anche salite un po’ più faticose,così qualunque cosa accada tu sarai sempre pronto con la tua valigia piena di te stesso.
Ti auguro di tenere sempre a mente il tuo valore perchè quando incontrerai qualcuno che voglia metterlo in dubbio,saprai che non c’è cosa migliore di quello che sei.
Ti auguro di scoprire e non perdere mai la voglia di gustare il mondo.
Ti auguro di custodire i bei ricordi dentro di te e di rammentarli quando sarai triste.
Ti auguro le piccole cose che fai ogni giorno,dall’aprire un libro,a guardare un film,dal cucinare ai fornelli al fare una passeggiata.
Ti auguro di andare incontro ad ogni giorno con il sorriso sulle labbra.
Ti auguro di poter vedere qualcosa di assolutamente raro e straordinario.
Ti auguro di toccare i tuoi sogni e di stringerli per viverli nella realtà.
Ti auguro di ricevere ogni giorno la luce del Signore,di cospargerti di quell’amore che unisce e riempie,che soltanto Lui ci insegna.
Ti auguro di imparare quello che vuoi,di imparare a sentirti,di stringerti,di coccolarti quando non ci sarà nessuno a farlo,di sostenerti,di credere in te,di amarti così come sei nei tuoi momenti migliori e in quelli peggiori.
Ti auguro di essere circondato dagli amori più veri,più sinceri e più splendenti che esistano.
Ti auguro di poter sentire il sapore delle stagioni che passano e di non sentire mai il freddo della tristezza e della solitudine.
Ti auguro il rischio,l’audacia,l’onestà di ogni gesto,le cose senza un prezzo materiale ma che ti elevino al di sopra di tutto quello che puoi toccare.
Ti auguro la felicità,quella che ti fa sussultare e a volte piangere di gioia.
Ti auguro di non dover mai comprare l’amore né chiederlo.
Ti auguro abbracci e carezze quanto lacrime per imparare dal dolore.
Ti auguro tutta la gioia che desideri e il regalo perfetto,quello incartato d’amore e di serenità.
Ti auguro i movimenti e le pause,le note e il silenzio.
Ti auguro il meglio di ogni cosa 🙂

 

Dopo aver ricevuto un augurio del genere posso affrontare il 2011 più serenamente!

Grazie Alessia…  e un meraviglioso anno nuovo anche per te! 🙂

 

Grazie anche a tutti quelli che hanno reso il mio 2010 speciale, soprattutto GRAZIE ELE, LAURA, MAMMA, FEDERICA, LINA e ora anche grazie ad ALESSANDRA grazie a MIA FIGLIA e grazie anche a MIO MARITO.

Grazie anche a chi mi ha fatto venire la nostalgia di un caffè e mille chiacchiere e risate ad un tavolino. 😉

Grazie Vale e grazie Annalaura, e sprattutto…. ciao Susanna!

Ed un benvenuto a questo nuovo anno che spero mi porti tante cose belle, oltre a quelle brutte che necessariamente accadranno.

Cosa vorrei?

Principalmente la vendita di casa… che aspetto ormai da tre anni ma Babbo Natale sembra far finta di niente.

Vorrei serenità,per la mia famiglia e per le persone a cui voglio bene. Impresa un pò ardua ma in fondo chiedo SOLO serenità, non miro alla felicità… mi accontento di poco!!!

Ed in ultimo, LAST BUT NOT LEAST, una nuova vita da crescere ed amare. Credo di esserne ormai pronta.

Spero che  in questo mio nuovo anno arrivino tutte e tre queste cose, anche in ordine sparso, in fondo 12 mesi sono abbastanza… almeno per mettercela tutta e provare no?

 

Ale ovviamente a te dedico un pensiero speciale, un augurio particolare affinchè la Befana non ti porti  solo carbone…ti sei meritata qualche dolcetto??? uhm… vedremo ma non credo! 🙂

NO MAN IS AN ISLAND… aggiungerei purtroppo!

 

No man is an island entire of itself; every man
is a piece of the continent, a part of the main;
if a clod be washed away by the sea, Europe
is the less, as well as if a promontory were, as
well as any manner of thy friends or of thine
own were; any man’s death diminishes me,
because I am involved in mankind.
And therefore never send to know for whom
the bell tolls; it tolls for thee.

John Donne

 

Ci sono momenti, particolari periodi dell’anno in cui essere parte del tutto diventa difficile.

Adoro l’atmosfera natalizia , l’albero ed il presepe, gli addobbi e le musichette.

Ma Odio la corsa al regalo assolutamente consumistica.

E Odio dover mettere tutti d’accordo. Anche se poi non si sa come, tutto torna magicamente a posto.

Però Adoro ascoltare mia figlia di tre anni cantare “Jingle bells” …decisamente a modo suo …e vederla gioire guardando le lucine di natale per strada e nei negozi. Inizio a pregustarmi anche il sapore buono del tempo che corre preparandomi a vivere il suo primo Natale all’asilo. Il 20 dicembre festeggeremo  tutti insieme e faremo un lavoretto natalizio genitoiri-bimbi. Io, da rappresentante di classe, mi sento parte integrante del progetto visto che devo organizzare in prima persona rinfresco e regali.

Come ogni cosa… il Natale ha i suoi pro ed i suoi contro.

Ah… altra nota stonata di queste feste in arrivo è anche il regalo a sorpresa di madre natura. Stamattina, alla veneranda età di 33 primavere… è spuntata la mia primissima ruga.  😦

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: