Alla mia prima bimba!

Girovagando su Faccialibro x distrarmi un pó da questa vita TROPPO complicata mi sono imbattuta in un blog di una mamma… Qui
(http://nonesistisolotu.blogspot.it/2014/02/lettera-alla-prima-figlia.html?m=1)
E ho letto casualmente questo post dedicato alla sua prima figlia…………
Dc
La prima parte con Ale l’abbiamo superata alla grande direi, fiera di mia figlia x come ha accolto la sorellina!!
La seconda parte è dolcissima e traduce in parole le mitivazioni che mi hanno portata a desiderare un secondo figlio!

Ale, Emy, rileggete spesso queste righe e fatene tesoro!

Cara prima figlia,
da quando non sei piu sola so che la tua vita è cambiata. Ecco, sappi che è cambiata anche la mia.
Ed ho deciso di scriverti.

Per tutte le volte che ti addormenti e lui ti sveglia piangendo.
Per tutte le volte che tu, stanca di camminare, vorresti stare sul “tuo” passeggino e c’è lui.
Per tutte le volte che al supermercato compro l’omogenizzato alla pera per lui e dimentico il latte per te.
Per tutte le volte che mentre giochiamo, sul più bello, ti giri e mi trovi a cambiargli il pannolino.
Per tutte le volte che stai in ginocchio sulla sedia per mangiare e lui ti guarda dall’alto del “tuo” seggiolone.
Per tutte le volte che fai una torre altissima con i lego e lui la fa cadere, puntualmente.
Per tutte le volte che ti pettino ed un minuto dopo lui ti tira i capelli.
Per tutte le volte che tu piangi e a lui viene da ridere. E per quelle in cui lui piange e tu cerchi di farlo ridere.
Per tutte le volte che fai la doccia perche non c’è tempo per due bagnetti.
Per tutte le volte che ti lascio all’asilo mentre mi guardi andare via con lui.
Per tutte quelle volte che ti domandi perchè non sei più sola. E per tutte quelle in cui vorresti esserlo.
Ecco, per tutte queste volte, voglio chiederti scusa. Per averti tolto tutto ciò che prima avevi.

Però, cara prima figlia,
voglio dirti che anche se non lo sai ancora, c’è della magia tra voi due.
Un amore che altrimenti non avresti mai conosciuto, e l’amore va vissuto perche è la cosa più bella della vita. E più ce n’è meglio è.

Salterete sul letto ridendo in silenzio quando spegnerò la luce e chiuderò la porta, giocherete in spiaggia fino al tramonto anche quando saranno andati tutti via, mi farete la linguaccia di nascosto mentre borbotterò di fare i compiti.
Vi dividerete l’altalena, la merenda, e il papà.
Guarderete fuori dallo stesso finestrino durante i nostri viaggi. Ed i vostri, senza di noi. E le nuvole sdraiati sull’erba e le stelle sdraiati sulla sabbia, raccontandovi sogni e desideri. Perchè i vostri occhi sono uguali anche per questo. Avrete gli stessi ricordi che vi uniranno per sempre.
E anche quando litigherete sappi che ancor prima di smettere di farlo avrete già fatto pace.
Lui sarà per te ciò che non sarò io, e non potrà essere nessun altro.
E capirai presto di non poterle più immaginare le giornate senza di lui.
Voglio dirti che sei e sarai una sorella favolosa, perche tu sei speciale.
Sei la mia prima figlia, e sarai sempre “la mia prima volta che”.

Con il cuore che batte forte,
mamma.

Il puzzle prende forma

Siamo a buon punto.

Scuole sistemate.
Per Emy è tutto più semplice.
Ale è iscritta nella nuova scuola, la vecchia ha già firmato il trasferimento e devo solo ritirarlo.
Maestre, compagni e genitori dispiaciuti, ma così è la vita … Così deve andare!
Casa presa… Trovata a fatica ma finalmente scelta! L’ho amata appena l’ho vista su internet e quando l’abbiamo visitata l’ho sentita subito giusta! Ingresso, 2 camere, salone cucina, 2 bagni, cameretta, terrazzo, ascensore, parco x shara, facilità di parcheggio… Tutto quello che cercavo! Se fosse stata qualche km più vicina al negozio sarebbe stato il massimo ma purtroppo non si puó avere tutto!

Società costituita. Ho sposato mio marito x la seconda volta! 😆

Negozio preso.
Stiamo andando avanti con le pratiche x aprire prima possibile xchè in queste cose si sa… Ogni minuto è oro!

La mia testa è un vortice di pensieri.
Il mio cuore un vortice di emozioni.
Quanti cambiamenti in un momento solo!
Peró mi sento privilegiata, ci sono persone nella vita che x paura di osare rimangono ancorate al loro destino! Io non ho ancora trovato la mia strada è vero… Ma sto avendo la possibilità di farlo!

Rome wasn’t built in a day

Oggi giornata epocale!
Nuova casa + nuovo negozio =
NUOVA VITA

E ricomnciamo a traslocà…. Sono Stufa stufa stufa!!! Ma se guardo tutto questo con gli occhi di domani vedró il punto della svolta, l’attimo in cui ho preso la mia vita in mano e ho cominciato a plasmarla a MIO piacimento, con le MIE forze, le MIE capacità e quelle della MIA famiglia! E con non pochi sacrifici da parte di tutti ma quelli sono necessari se si vuol cavare un ragno dal muro!!!! Non mi lasceró più cullare dagli eventi ma saró io a scegliere e a prendere decisioni! E piano piano questi schizzi diventeranno un disegno, queste fondamenta diventeranno Roma!

Yes, i can!

Felicità? Cambiamento non ti temo!

By Cristina Boschetti

Non si può essere felici se si oppone resistenza al cambiamento. Felicità è lasciarsi andare, accogliere e cavalcare i mutamenti. Uno dei motivi più frequenti di insoddisfazione è la tendenza dell’essere umano ad opporsi ad essi. La vita non è statica: si sviluppa continuamente. Il cambiamento fa parte dell’ordine naturale delle cose e paradossalmente è l’unica costante del ciclo vitale. La maggior parte delle persone è estremamente a disagio quando viene a trovarsi in situazioni diverse da quella a cui è abituata o che aveva “programmato”. Mettete un mendicante in una villa e implorerà di essere rimesso per strada. Vestite un barbone con abiti eleganti e non saprà come muoversi. Vale anche per il contrario. Siamo schiavi delle abitudini: i nostri corpi e le nostre menti si strutturano in situazioni definite e facciamo una gran fatica ad adattarci ad altre. L’ordine naturale delle cose però ci insegna ben altro: nessun giorno è esattamente uguale ad un altro, nessuna vita è uguale alla precedente, ogni cosa cambia, tutto è in continuo mutamento, è il processo ad essere l’unico elemento immutabile. Anche quando tutto sembra fermo nulla è fermo. Ogni cosa cambia con il tempo. Pensare di poter tenere tutto sotto controllo, resistere ai cambiamenti è un’illusione, è contro natura e ci condanna all’infelicità. Perché l’essere umano fa così fatica dinanzi al cambiamento? Perché abbiamo paura di fallire, di essere inadeguati e di conseguenza di non essere meritevoli di approvazione. Personalmente fino a qualche anno fa avevo l’arroganza di voler tenere tutto sotto controllo e ogni cambiamento di lavoro, di vita, relazionale mi gettava nel panico. Si trattava di un meccanismo che mi autocondannava all’infelicità. Quale è la soluzione allora quando scatta questo ingranaggio perverso di resistenza al cambiamento? Come possiamo evitare di comportarci come se volessimo impedire al sole di sorgere o al corso del fiume di scorrere? La soluzione è accettare e capire con il profondo del cuore che il cambiamento è l’essenza stessa della vita. Lo scopo di quest’ultima non è realizzare e controllare qualcosa, ma vivere pienamente la nostra esistenza con tutti i cambiamenti che essa ci porrà costantemente davanti. Senza paura! La vita è un viaggio e il significato si trova nel viaggio non nella destinazione. I cambiamenti sono bussole e segnali che ci guidano nel percorso. Vivere felicemente equivale ad avere pieno possesso di tutte le sensazioni e le emozioni necessarie all’esperienza di vita. Lasciar andare l’attaccamento alle persone, alle cose e alle situazioni ed accettare l’impermanenza , cioè il principio che tutto ha un inizio e una fine, ci farà progredire. Arriva nella mia vita un cambiamento di lavoro? Finisce una storia d’amore? Un’amicizia? E’ il continuo flusso vitale a far sì che queste cose accadano e sicuramente dietro l’angolo se non oppongo resistenza ci sono nuove situazioni, nuove dinamiche che mi permetteranno di sfidarmi, di crescere, di avanzare nel mio percorso evolutivo. La vita è bello anche per questo, soprattutto per questo! C’è sempre una ragione per la quale le cose avvengono, non credo al caso. Dobbiamo vivere i cambiamenti belli o apparentemente brutti che siano, perché ognuno di essi rappresenta un’opportunità di crescita. Non dimentichiamoci mai inoltre che, come disse il monaco buddista Nichiren Daishonin “A un grande male segue sempre un grande bene”. Nessun cambiamento è di per sé negativo o positivo ma la sua valenza dipende dall’atteggiamento con il quale lo viviamo noi. Resistere ai cambiamenti equivale ad autoconfinarci nel ristagno, mentre aprirsi ad essi, soprattutto nei momenti di crisi, significa aprire il nostro Essere alle infinite possibilità che la vita contiene. Saremo in grado così di tirare fuori capacità o attitudini che non sapevamo nemmeno di avere. Riguardo al cambiamento desidero consigliare due testi che ho letto per voi. Il primo è il libro dei mutamenti per eccellenza ossia “I King” di cui C.G. Jung ha curato la prefazione. Il secondo, molto più breve, è “L’arte della guerra” di cui di seguito riporto un brevissimo estratto. Buona lettura e… w i cambiamenti!!

“Non esistono situazioni assolutamente vantaggiose o assolutamente svantaggiose tutto dipende da come le si vede”.

Sun-Tzu, “L’arte della guerra”, Rizzoli, pag. 57

Categories : Editoriale
Tags : 3 Tags

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: