Filastrocca di Natale per le maestre

Premetto, perchè non so se l’ho già detto in passato, che la classe di mia figlia,la classe dei gialli, insieme alle maestre sta portando avanti un progetto finanziato dal comune.

Un orto sinergico.

E con l’aiuto di una referente comunale che ha insegnato alle maestre le tecniche basilari per creare un orto sinergico lo stanno portando avanti già da tre mesi.

Io, insieme ad altre mamme, abbiamo avuto il compito di sceglierne la forma e disegnarlo su carta millimetrata. Su suggerimento dei bimbi è stato scelto un cuore.

Da qualche giorno è stato zappato e preparato in base al progetto, ed in attesa di un tempo più clemente è già stato anche piantato qualcosa.

Altra premessa da fare è che i bimbi quest’anno, essendo molto piccoli hanno perlopiù imparato canzoncine. Una di queste, che ci accompagna dal primo giorno di inserimento all’asilo, parla dell’omino Ugo.

Ugo (che per noi da 3 mesi è come un nuovo parente) nella canzoncina è un contadino, e raccontando la sua storia i bimbi imparano diversi passaggi di un mondo a loro, essendo cittadini, un pò lontano. Anche in classe le loro attività pratiche sono tutte incentrate sulla terra ed i suoi frutti. Lavorano nelle sand boxes con diversi tipi di terre e hanno maneggiato pigne, foglie, frutti, hanno schiacciato semi di melograno con i piedi dentro ad una tenda bianca che poi è stata appesa in classe colorata e bellissima, il loro regalo di Natale per i genitori è stato un vasetto piantato da loro stessi con semi abbastanza grandi per essere maneggiati e compresi da bimbi di 3 anni. Alessia ha piantato una cipolla… ora è qui con noi ed aspettiamo che nasca!

Questa è la filastrocca, invece, che ho inventato per il biglietto che ho allegato al regalo… spero che vi piaccia! …ah già che ci sono vi dico del regalo… Gli abbiamo scelto 2 campanelle natalizie della THUN!

VI PREGO PERDONATECI SE SIAMO BIRICCHINI

IN FONDO SIAMO PICCOLI, SIAM TANTI E CHIACCHERINI

NOI VI VOGLIAMO BENE E SAPETE PERCHE’?

UN MONDO SENZA SCUOLA CHE MONOTONO CHE E’!

SE TRA NOI SI LITIGA VOI SUBITO ACCORRETE

SE CI FACCIAMO MALE AL CUORE CI STRINGETE

SE NON E’ AMORE QUESTO ALLORA CHE COS’E’?

SUVVIA DIAMOCI UN BACIO SENZA CHIEDERCI IL PERCHE’!

PER NOI ADDIRITTURA LA MAESTRA LILIANA

E’ ANCHE DIVENTATA UN’ESPERTA ORTOLANA

E LA MAESTRA LAURA INTANTO SAI CHE FA?

CI CANTA A SQUARCIAGOLA “UGO E’ LA FELICITA'”!

A VOI IN QUESTO NATALE VOGLIAMO RINGRAZIARE

PER TUTTO QUELLO CHE CI AIUTATE AD IMPARARE

COLORI SABBIA E FOGLIE ABBIAMO UTILIZZATO

ED OGGI NE VEDIAMO FELICI IL RISULTATO!

INSOMMA CI DIVERTIAMO TANTO CON VOI TRA CANTI E BALLI

EVVIVA LE MAESTRE DELLA CLASSE DEI GIALLI!!! 

Annunci

La sua prima recita di Natale

Quanta emozione che ho provato stamattina…. la mia pulce che cantava canzoncine insieme ai suoi compagni e mi riempiva il cuore di orgoglio…

Mi piacerebbe mettere un video … ma è pieno di bimbi che non voglio mettere in piazza!

Vi dico solo che mi è scesa la lacrimuccia….

Oltretutto ero coinvolta a 360° perchè il mio compito di rappresentante di classe mi piace svolgerlo a dovere.

Ho preso i pensierini per le maestre, scritto di pugno il biglietto in filastrocca, organizzato il rinfresco… insomma l’ho sentita molto mia ed è tra l’altro anche riuscita bene! Sono davvero soddisfatta!

La filastrocca invece ve la faccio leggere volentieri. ma metto un altro post perchè merita alcune spiegazioni in più! :mrgreen:

Questo giorno sarà per sempre scolpito nella mia memoria, segna un punto importante nella storia di una mamma. Grazie a tutti quelli che ne hanno fatto parte e che l’hanno reso speciale!

Auguri Marco

Tanti auguri ad una persona che mi accompagna in questo viaggio fin dal primo giorno e che mi ha aiutato a tirar su queste poche pagine virtuali di me stessa.

Che mi legge sempre ed entra in punta di piedi nella mia vita tramite questo blog.

 

Grazie per la tua compagnia!

Buon compleanno :mrgreen:

 

Tempus fugit

E’ un momento di riflessione… un momento particolare per me che è la prima persona cara, giovane, che vedo andar via… dopo mia cugina un paio di anni fa. che di anni ne aveva 42 e ha lasciato 2 figlie. purtroppo.
Una settimana fa se n’è andata anche la sua mamma. Stesso male, stesso percorso, stesso dolore. Il mio abbraccio più grande domani andrà a tre uomini. un padre un fratello ed un compagno che porteranno il peso dell’ “andare avanti”.
Sarà inizialmente molto dura…. la mia preghiera sarà quella di dar loro la forza di trasformare quel dolore in vita.

E poi oggi un’altra notizia inaspettata….

🙄 Hey Mondo … 😐 ma che cazzo succede????

A SUSANNA

Sul davanzale di un tramonto dietro le foschie
si affacciano sporgendosi le mie malinconie
stasera dolce amica mia io sto pensando a te
a te che forse stai sentendo me
sul davanzale di un tramonto profumano foschie
lo sai che non è facile trovare le parole
trovar la porta giusta per uscire da un dolore
lo sai che umanamente ci si chiede ma perché
è capitato questo proprio a te
che in ogni senso lascia rabbia e vuoti che non so riempire
sul davanzale di un tramonto gridano foschie
così ti voglio ricordare
così tu vivi dentro me
così mi piace immaginare
che tu ci sei, sei sempre qui
perché ci sei
spero che, spero tanto possa essere così
i miei pensieri dicono di sì
i miei pensieri dicono
lo so che dove sei non hai bisogno più di me
ma sono io che adesso cerco te
perché vorrei capire e non ci arrivano le forze mie
sul davanzale di un tramonto scendono foschie

 

ALESSIA: ….MAMMA PERCHè ESISTONO LE MALATTIE?

MAMMA: AMORE MIO NON LO SO.

 

Stamattina non so proprio trovare una risposta. Soprattutto se a pagare un prezzo troppo caro è una ragazza di 33 anni piena di voglia vivere. Non riesco proprio a capire perchè….

NO MAN IS AN ISLAND… aggiungerei purtroppo!

 

No man is an island entire of itself; every man
is a piece of the continent, a part of the main;
if a clod be washed away by the sea, Europe
is the less, as well as if a promontory were, as
well as any manner of thy friends or of thine
own were; any man’s death diminishes me,
because I am involved in mankind.
And therefore never send to know for whom
the bell tolls; it tolls for thee.

John Donne

 

Ci sono momenti, particolari periodi dell’anno in cui essere parte del tutto diventa difficile.

Adoro l’atmosfera natalizia , l’albero ed il presepe, gli addobbi e le musichette.

Ma Odio la corsa al regalo assolutamente consumistica.

E Odio dover mettere tutti d’accordo. Anche se poi non si sa come, tutto torna magicamente a posto.

Però Adoro ascoltare mia figlia di tre anni cantare “Jingle bells” …decisamente a modo suo …e vederla gioire guardando le lucine di natale per strada e nei negozi. Inizio a pregustarmi anche il sapore buono del tempo che corre preparandomi a vivere il suo primo Natale all’asilo. Il 20 dicembre festeggeremo  tutti insieme e faremo un lavoretto natalizio genitoiri-bimbi. Io, da rappresentante di classe, mi sento parte integrante del progetto visto che devo organizzare in prima persona rinfresco e regali.

Come ogni cosa… il Natale ha i suoi pro ed i suoi contro.

Ah… altra nota stonata di queste feste in arrivo è anche il regalo a sorpresa di madre natura. Stamattina, alla veneranda età di 33 primavere… è spuntata la mia primissima ruga.  😦

arriva Natale

Periodo un pò stressante e stupido…

I preparativi per il Natale!

Ogni anno mettere d’accordo la famiglia sul dove e sul come non mi piace per niente…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: